Ragazzi Sprint Crispiano. Salvaguardare il romanticismo nel calcio - I AM CALCIO TARANTO

Ragazzi Sprint Crispiano. Salvaguardare il romanticismo nel calcio

Il romanticismo del calcio
Il romanticismo del calcio
TarantoRubriche

L'ASD Ragazzi Sprint Crispiano ha comunicato a tutti gli iscritti e tifosi appassionati dei colori gialloblù che l'apertura delle attività sportive non considera il settore giovanile e la scuola calcio. La decisione - dalle parole della società stessa - è piuttosto sofferta in quanto sia il settore giovanile che la scuola calcio rappresentano una risorsa per il calcio all'interno della comunità. Tuttavia, vista la situazione le componenti societarie, tecniche e dirigenziali hanno dovuto prendere tale decisione, di comune accordo.

Nonostante il dispiacere e la nostalgia per la stagione iniziata a mai conclusa, il romanticismo nel calcio deve vincere su tutto. Questo, rappresenta il filo conduttore del movimento calcistico. Senza il romanticismo e la passione, il calcio nella sua unicità non potrebbe esistere. In altri termini, è una delle colonne principali che sostengono lo sport, in generale. Quest'ultimo - lo sport - è fatto di abbracci e contatto fisico, dunque, osservare il calcio con una lente diversa è puro surrealismo. Prendere atto delle misure e della responsabilità nel calcio attuale, è un obbligo anche morale. Al momento, viviamo un situazione piuttosto difficile e, dunque, mollare proprio adesso, non è il caso. Serve rigore e disciplina. Proprio per questo, l'ASD Ragazzi Sprint Crispiano ha deciso di bloccare il calcio giovanile.

Giocare in tali condizioni è fonte di demotivazione per i ragazzi, a sottolineare l'importanza della componente emotiva. Il settore giovanile e la scuola calcio hanno bisogno del divertimento e dello spirito di squadra per completare il percorso di crescita con tutta la serenità. L'auspicio della società è quello di ripartire il prima possibile, più forti di prima e con tutta la passione per uno sport che metterà sempre al primo posto la passione e, di conseguenza, la crescita genuina dei ragazzi. Nel frattempo, la società Ragazzi Sprint Crispiano chiede di continuare a sventolare la bandiera gialloblù

Agostino D'Angelo