Il Chievo Verona si salva: resta in A senza penalità. Le motivazioni

Chievo Verona
Chievo Verona

Il Chievo Verona disputerà il prossimo campionato di Serie A e senza alcun punto di penalizzazione: questo quanto stabilito dal Tribunale Federale che ha dichiarato il procedimento contro la società del presidente Campedelli "improcedibile" per un vizio di forma.

Gli inquirenti, infatti, avrebbero dovuto ascoltare il presidente Campedelli prima dell'inizio del processo, nel momento in cui lo stesso numero uno clivense ne ha fatto richiesta, cosa mai avvenuta. 

La procura ha ora due strade: quella dell'appello o quella dell'istruzione di un nuovo processo. Nel secondo caso ci sono solo 90 giorni, a partire dal primo deferimento datato 25 giugno, per emettere un nuovo provvedimento contro il Chievo. Tuttavia, andando incontro all'inizio dei campionati, il Chievo eviterebbe comunque la retrocessione in serie B andando la eventuale sanzione a pesare sul campionato in corso e non su quello precedentemente affrontato. 

Il Cesena, inoltre, seppure fallito, è stato condannato a 15 punti di penalizzazione qualora dovesse iscriversi al torneo cadetto: una decisione che sposta, in maniera netta e chiara, l'afflittività della pena sul campionato da disputare e non su quello appena disputato.

Maurizio Morante

Leggi altre notizie:CHIEVO VERONA